Abiti nel 1650 Stampa
Scritto da Valeria Giuliano   


 

alt     alt

Dopo il 1630 l’abbigliamento femmilnile, cambia. La gonna diventa più morbida e si arricchisce di piccole pieghe  e assume la forma detta a CUPOLA.
Il volume si ottenne con la sovrapposizione di sottanino e imbottiture a rullo poste  sui finachi.Le maniche presentano un’attaccatura scesa  e sono molto gonfie. Il collo a forma di ovale  si estende da spalla a spalla ed era rifinito  da bordura di pizzo.Le maniche si accorciano fino all’avambraccio ,e si evidenziano le maniche della camicia , gonfie e guarnite da trine , con sbuffi fermati da nodi di nastro , fiocchi  rosette o altre decorazioni.
Questo tipo di abito ( roba) sempre aderente al busto e con scollo da spalla a spalla era aperto sul davanti a partire dalla vita , per mostrare il sottanino ed era molto vaporoso, perché arricchito da pieghe sul dietro

Capelli

All’inizio del secolo , quando erano ancora in voga le gorgiere i capelli venivano  raccolti sul capo.In seguito i capelli  venivano raccolti  a boccoli ai lati  del viso e si ornarono di spille, rosette di nastro, gioielli, piume , fiori. Solo alla fine del secolo era di moda la linea verticale ( frontage)
Le calzature femminile erano di pelle bianca con punta squadrata. Ma esistevano anche scarpe di seta , velluto o tessuto tessuti d’oro e argento e ornate da pietre preziose , ricami e nastri.
Le donne del seicento inizia a truccarsi, rimpicciolendo gli angoli della bocca, sottolineavano le ciglie . L’incarnato rimane chiaro e si incipriavano per evidenziare il rosso delle labbra e i colori degli occhi.
Inizia la moda dei nei , di forme stravaganti, a stella , mezzaluna .
Molti gioielli ornavano le figure femminile, perle, pietre coralli.Molto frequente l’uso di ventagli, ombrelli da sole, guanti. Di gran moda gli orologi legati alla vita.

Moda bambini

I bambini, iniziavano ad indossare gli abiti degli adulti tra i 4 e i 6 anni. Ad un anno di età si smettevano le fasciature  e si passava a una vestina che dava maggiore libertà di movimento.Una veste  intera , senza maniche , poiché si abbinavano a maniche di tessuto diverso , con alette  alle spalle , trattenute in vita da una cintura. La veste molto larga erano completamente abbottonate sul davanti. L’allacciatura era costituita da piccoli bottoni rotondi o da alamari da passaneria.Tali vesti erano chiamate allungherina o all’ungheresca
 nobildonna

alt 

 


Visita il sito della nostra associazione: www.prolauro.it 
Per utleriori informazioni, non esitare a contattarci: 
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Giovedì 11 Settembre 2014 09:37