Pro Lauro

Sunday
Apr 30th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
HOME VISITE GUIDATE Percorso Museale

Percorso Museale

E-mail

Due sono i musei che caratterizzano il Vallo di Lauro: il museo parrocchiale di Quindici ed il museo Nobile. Il primo altro non è che un'estensione di una collezione privata avviata dal parroco Don Domenico Amelia che con il tempo è riuscito a raccogliere oggetti della civiltà contadina, reperti archeologici, casalinghi, vasellame, e quanto altre di antico e caratteristico i quindicesi avessero nelle loro case.
Il museo Nobile, invece, è dedicato ad Umberto Nobile il trasvolatore del Polo che nel 1926 affrontò la prima spedizione polare col dirigibile “Norge” da lui costruito; impresa condotta con audacia e ben riuscita, che presto rese noto e acclamato il protagonista in tutta Italia e all’estero; nel 1928 guidò, con l’aeronave “Italia”, una seconda spedizione con diciotto uomini di equipaggio; i quali alla vigilia della partenza furono con il loro Generale Nobile ricevuti dal Papa Pio XI che affidava loro una pesante croce di legno di quercia, perché venisse fatta cadere e da conficcarsi nei ghiacciai del Polo. Compiuta l’operazione tra l’esultanza degli aeronauti si era sulla via del ritorno quando l’aeronave, in preda a violenti raffiche di vento e di neve, sfuggiva ad ogni controllo e nonostante l’ardimento e l’impegno impiegati dall’equipaggio, l’aeronave precipitava sulla banchisa. Alcuni vi lasciarono la vita, altri dispersi; gli scampati si accamparono sui ghiacci sotto la famosa “Tenda rossa” nell’attesa e nella speranza che qualcuno ricevesse i loro segnali radio. Allestito in un salone del Palazzo Pignatelli è costituito da interessanti documenti che furono il patrimonio museale: documentazioni tecnico-scientifiche relative alle spedizioni polari, diversi attestati di benemerenza ottenuti dal Generale, da parte di Enti e Associazioni nazionali, oggetti a lui appartenuti o utilizzati nelle spedizioni. Sulle pareti del salone sono disposti onorificenze e diplomi vari; nelle bacheche medaglie e targhe offerte in circostanze celebrative delle imprese polari e il “brogliaccio del Norge” ritenuto uno dei più preziosi documenti del Museo. Una grande targa d’argento su lastra di alabastro fu offerta dagli irpini residenti in Roma. In grandi armadi sono contenuti indumenti, divise, tute e scarpe termiche indossati dal Generale durante le spedizioni. Oltre a vari oggetti personali si nota anche un’elica di legno di un dirigibile realizzato nel 1924. Inoltre un armadio della stampa con raccolta documentaria sul Norge e su Italia, e pannelli didattici luminosi con immagini fotografiche di repertorio.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 14 Aprile 2009 11:38 )  

Riconoscimenti

Certificazione ClassVenues

Segnala il tuo sito su ITALIANODOC

Donazione

Chi è online

 15 visitatori online